Le regole nell’educazione dei bambini
11/07/2022
0

Le regole nell’educazione dei bambini sono molto importanti poiché fanno parte del processo educativo e rappresentano uno strumento necessario per garantire loro una crescita sana, serena ed equilibrata. Le regole forniscono ai bambini la rassicurazione e il contenimento permettendo di avere dei riferimenti precisi, solidi e che possano fungere da guida e questo compito spetta alle figure di riferimento che sono i loro genitori.

Ad oggi, questa è una tematica molto sentita, poiché gli adulti fanno fatica a dare delle regole ai loro figli, poiché, molto spesso, hanno dei ritmi frenetici che comportano ad avere poco tempo a disposizione e quando riescono a stare con loro, preferiscono essere loro amici, complici piuttosto di dargli delle regole per evitare litigate o bronci. Ma così facendo i genitori diventano iperprotettivi nei loro confronti e non permettono di fargli vivere determinate emozioni, esperienze che sono importanti per la crescita dei figli.

Infatti i bambini senza regole saranno bambini confusi, poco portati al dialogo e che non terranno in considerazione i loro genitori come punti di riferimento, bensì saranno facilmente influenzabili dagli stimoli derivanti dall’ambiente esterno.

L’educazione dei figli è una vera e propria sfida, non è come un lavoro in cui prima si studia, si fa il tirocinio, si prende il diploma e poi si ha la possibilità di mettere in pratica; essere genitori è un lavoro complicato che richiede moltissima disponibilità, empatia, pazienza e conoscenza di sé e dei propri figli, anche, dandosi la possibilità di sbagliare e di potersi migliorare.

Il genitore cresce insieme al proprio figlio e l’accompagna con amore in questo percorso.

 

Funzione delle regole

Le regole permettono ai bambini di crescere in modo sano ed armonioso sviluppando la sicurezza in sé stessi e nella scoperta delle loro capacità.

La presenza di norme offre ai bambini sicurezza e contenimento, in questo modo hanno la possibilità di muoversi tranquillamente e di sperimentare in sicurezza. Mentre il genitore che offre delle regole esterne, permette ai bambini di iniziare il processo di autoregolazione necessario per uno sviluppo equilibrato, poiché avendo dei limiti aiuta loro ad allenare la capacità di negoziazione, di attesa, di rinuncia e di mediazione. Inoltre la funzione di rispettare le regole permette ai bambini di comprendere che non ci sono solo loro, bensì c’è una realtà esterna, che è molto più grandi e che è formata da altre persone che hanno le loro emozioni, pensieri, esigenze e che bisogna tenere in considerazione e rispettarle.

 

Come devono essere le regole nei bambini?

  1. Poche e semplici regole che siano comprensibili per l’età e lo sviluppo del bambino.

  2. Concretezza, le norme devono essere applicate nel quotidiano affinchè il bambino comprenda come si deve comportare.

  3. Convinzione, è importante che i genitori siano convinti per primi dell’importanza delle regole e che le mettano in pratica. I genitori nel dare la regola, devono motivare con tranquillità la ragione per cui si aspettano un determinato comportamento. Devono essere chiari, determinati e continuativi nel tempo, poiché nessun bambino apprende le regole se vengono trasmette in modo ambiguo.

  4. Condivisione, bisogna parlare con i bambini delle regole da rispettare, condividendole con loro e facendo comprendere i motivi per cui è importante rispettarle.

  5. Coerenza, la regola c’è e deve essere rispettata. Se il genitore fa delle eccezioni, ovviamente la norma perde il suo significato ed è più difficile farsi obbedire. Per questo motivo è importante essere coerenti, mostrarsi fermi e sicuri di fronte all’imposizione è sicuramente la strategia migliore.

  6. Evitare di urlare, punire o essere nervosi poiché sono comportamenti inefficaci e controproducenti, piuttosto si presenta la regola quando si è calmi e si mostra soddisfazione e gioia quando i figli hanno dei progressi.

Un bambino sarà spronato a rispettare la regola se sente un ambiente sano e che il genitore ha fiducia in lui.

La Redazione