Come si interpretano i sogni?
09/08/2022
0

I sogni sono da sempre un tema che affascina l’uomo, sono una parte di noi che vuole dirci qualcosa, in modo indiretto e velato, attraverso immagini di persone, animali, oggetti e ambienti molto spesso a noi conosciuti: il nostro compito è quello di capire il loro significato.

Così ci capita qualche mattina di svegliarci e cercare di capirne il messaggio, magari con una ricerca in Internet.

E quando internet non esisteva?

Sono numerose le testimonianze storiche di uomini che si sono lasciati guidare dai propri sogni, come ad esempio il governatore sumero Gudea (XXII secolo A.C.) che attraverso un sogno ricevuto dal dio Ningirsu ricevette l’indicazione di “costruire la sua casa” (un tempio) per rendergli gloria.

Oppure pensiamo a San Giuseppe, i cui sogni lo convinsero ad accogliere Maria, a fuggire in Egitto, aritornare in Palestina e a scegliere Nazareth al posto di Betlemme come città natale per Gesù.

Molti secoli dopo nell’ambiente scientifico fu Freud ad aprire la via dell’interpretazione dei sogni, affermando la possibilità di rintracciare in essi i grandi temi, i fantasmi, che a livello inconscio dominano la mente. Il sogno venne quindi a rappresentare la via maestra per accedere ai misteri dell’inconscio.

Lo studioso viennese elaborò a partire da qui le tre tematiche principali della sua teoria: il Conscio, il Preconscio e l’Inconscio, tre strutture della mente con caratteristiche e funzioni differenti.

Egli dava molta importanza al sogno, tanto da considerarla la via privilegiata per accedere e conoscere i contenuti della psiche nascosti alla coscienza.

Infatti, durante le sedute con i suoi pazienti avena notato come il materiale prodotto dormendo sembrava emergere in modo più libero nella mente, rispetto a quanto accadeva nello stato di veglia.

Ad oggi è possibile confermare questa tesi grazie alle neuroscienze, in quanto è noto che durante il sonno la corteccia prefrontale (che è il nostro filtro logico) è meno attivo, poiché c’è un’attivazione maggiore di amigdala e ippocampo. Queste ultime sono aree deputate alla gestione delle emozioni. Questo significa che i filtri e le censura dei processi consci che intervengono quando siamo svegli, sono dutante il sonno meno rigidi.

Secondo gli psicoanalisti, l’inconscio è la sede di desideri e contenuti proibiti, angosciosi, o inaccettabili ( pensieri, desideri, emozioni) che non possono emergere nello stato di veglia, perché minacciosi per il nostro equilibrio psicologico.
Grazie al sogno sarebbe possibile ottenere una “gratificazione mascherata” di desideri istintuali rimossi a causa della loro qualità spiacevole.

Perché sogniamo?

La domanda è abbastanza complessa e non c’è una risposta specifica. Ma sembra che il sogno ha sia una funzione adattava, cioè mantiene l’equilibrio psichico della persona che una funzione evolutiva, contribuendo allo sviluppo ed alla trasformazione dell’apparato mentale.

I sogni ci aiutano ad elaborare i pensieri e le emozioni vissute nella giornata, soprattutto quelli che si sono mossi a livello inconscio.

Come si fa ad interpretare un sogno?

1) è importante tenere in considerazione che ogni persona è diversa, quindi porta materiali diversi.

2) il sogno può essere visto come una fotografia della situazione psichica di una persona in quel momento preciso della sua vita.

3) bisogna fare riferimento al contesto della vita vigile e delle personalità del sognatore.

Mentre nella la teoria psicoanalitica, nel sogno vi sono due livelli:

  1. il contenuto manifesto (il sogno come è ricordato)

  2. il contenuto latente, ovvero i pensieri sottostanti che hanno dato inizio al sogno e che possono essere scoperti attraverso l’interpretazione.

Nella seduta analitica ad esempio l’interpretazione avviene attraverso le libere associazioni sugli elementi del sogno e sui pensieri ed emozioni associati, per arrivare a comprendere cosa significa quel sogno per quella persona in quel dato momento della sua vita.

I sogni quindi non hanno un significato universale e uguale per tutti.
Il significato sembra essere determinato anche da fattori come:

  • Esperienze personali

  • Paure

  • Desideri individuali

  • Casualità

Quindi risulta molto difficile stabilire quale sia il significato di un sogno. Tuttavia ci sono alcuni temi comuni e ricorrenti come: sognare di fare sesso, cadere o venire rincorsi, la genitorialità, il corpo o la morte.

Per l’interpretazione di un sogno non ci sono degli elementi standard su cui fare affidamento ma ogni sogno nasce dalla psiche del sognatore, per questo è importante capire come la sua mente ha utilizzato gli elementi per costruire un determinato racconto e quale valore o significato esso assume nel contesto ampio della vita affettiva e relazionale della persona.